Tenute meccaniche ingegnerizzate per dissalatore

Sono queste le sfide che ci appassionano ed è per questo che i nostri clienti si affidano a noi. 

La dissalazione del greggio è una parte importante e delicata del processo di produzione dell’industria petrolifera. Il processo consiste inizialmente nel creare un’emulsione di acqua e petrolio, l’acqua si lega ai Sali presenti nel greggio e quindi, una volta condensata, il petrolio sarà ripulito dei sali. Il processo per sua natura è ricco di solidi in sospensione e materiale impaccante e viene pompato ad alte pressioni per agevolare prima la formazione della miscela acqua/petrolio, vincere la prevalenza della colonna di risalita e successivamente condensare l’acqua per gravità.

Nella cassastoppa della pompa le condizioni per questi impieghi sono gravosi. Il processo altamente corrosivo per i Sali presenti, i solidi sospesi, l’alta viscosità del fluido e l’alta pressione stressano la tenuta meccanica.

Sono queste le sfide che ci appassionano ed è per questo che i nostri clienti si affidano a noi.

Dal 2008 seguiamo una fornitura in un impianto desalter in Italia, l’installazione su una pompa pompa centrifuga a sbalzo in accordo allo standard API610 a 1450 RPM con albero da 60mm con pressione di aspirazione di 36,5 bar (3,65 MPa) e pressione di mandata di 40,5 bar (4,05 MPa) a 140° C.

Le caratteristiche chimiche del fluido, altamente corrosivo per la presenza di sali liberi, sono aggravate dalle condizioni di esercizio, così la tenuta meccanica è stata sviluppata con materiali altamente resistenti.

La configurazione doppia a molle protette per evitare impaccamenti, il materiale scelto per le parti metalliche è stato il superduplex.

La tenuta è stata corredata di PLAN API 13/53B per contenere le emissioni ma soprattutto evitare che i solidi in sospensione finiscano tra le facce compromettendo il funzionamento della tenuta.

La tenuta meccanica installata nel 2008 continua a funzionare rispettando i tempi di manutenzione programmata rispondendo così ai limiti operativi imposti dalle API 682.