Tenute Meccaniche per pompe a doppio supporto

Fluiten ha realizzato la fornitura di 14 tenute meccaniche destinate a 7 pompe orizzontali a doppio supporto utilizzate per il raffreddamento dell’acqua di condensa utilizzate presso impianti di produzione energia elettrica. 

Tenute Meccaniche per pompe a doppio supporto Tenute Meccaniche per pompe a doppio supporto - Fluiten

Lo sviluppo ha richiesto lo studio di una tenuta per albero 244,4 mm che gira ad una velocità di 425 rpm, adatta a tenere acqua condensata fino a  95°C con una pressione in aspirazione di -0,5 barg e in mandata di 3,5 barg. I test dinamici alle reali condizioni operative, effettuati nell’attrezzatissima sala prove di Fluiten, sono stati ancora una volta essenziali per appurare il dimensionamento e la configurazione  della soluzione proposta dai tecnici di Fluiten. Le criticità evidenziate sono state principalmente due:

■ tollerare l’eventuale condizione di pressione negativa presente in cassa tenuta in alcune fasi di lavoro della macchina;

■   evitare l’evaporazione del liquido tra le facce in considerazione del carico idraulico presente tra gli anelli di tenuta di grossa dimensione e la temperatura del liquido da tenere.

Anche le tecniche costruttive di tutti i particolari e la scelta dei materiali sono stati tali da prevenire deformazioni critiche durante l’esercizio che avrebbero compromesso il risultato ottimale richiesto dal cliente.

LA SOLUZIONE:

■  Una tenuta premontata a cartuccia completa di camicia e flange dimensionate per la “specifica macchine” tale da semplificare e limitare la possibilità di errore  al montaggio.

■ La tenuta bilanciata con anelli di tenuta di circa 300 mm in grafite insertata contro carburo di silicio sono stati dimensionati per minimizzare il calore generato minimizzando il livello delle perdite. I due parametri sono strettamente collegati.

■ L’inserimento di una bussola con gioco calcolato lato prodotto affinché il flussaggio con pressione positiva prelevato dalla mandata (plan 11)   venga mantenuto in zona tenuta nelle varie fasi del processo.

■ L’inserimento di  opportune cave realizzate con tecnologia laser “FLUILIFT” sull’anello stazionario per facilitare la formazione di un film stabile di liquido tra le facce di tenuta evitando evaporazioni quindi deformazione delle superfici di tenuta ed elevati livelli di perdita.

La News

The News